Ezio Torchia: “Cuore e orgoglio, tecnica e organizzazione per un risultato straordinario”

Questo, poche ore dopo la conquista del bronzo da parte delle nostre Under 16, il commento di coach Ezio Torchia.

Peccato, ora le foto non invecchiano più, non sbiadiscono più, non acquistano quella patina del tempo che le rendeva speciali. Ma quando tra qualche anno ci capiterà tra le mani, ingiallita o no, riguardandola forse capiremo cosa abbiamo fatto.
Chi avrebbe scommesso su di noi ieri? E chi ad inizio torneo sul podio? Sinceri…
Nessuno, forse solo noi. 
Forse, perché dopo il sorteggio molti erano già in preda a crisi di panico, pronti a spargere ansia e timore. Abbiamo perso tre gare in questo torneo, due con le finaliste, che sono obiettivamente più forti e una con San Raffaele, partita vinta più volte e altrettante, gettata via.
Nel resto del torneo, siamo passate come seconde in un girone indiscutibilmente complicato, abbiamo battuto Geas agli ottavi, Basket Roma ai quarti e Reyer Venezia in finale per il 3 posto. Fin qui il resoconto meramente descrittivo del percorso fatto. Tra la prima e l’ultima gara, un coacervo di emozioni che non possono essere descritte, un giorno sull’altare e il giorno dopo a ricostruirsi dopo la sconfitta.
Abbiamo affrontato ogni gara con cuore, orgoglio, ma anche con tecnica e organizzazione. 
Durante un torneo lunghissimo ed estenuante, qualcuna ha dato di più quando abbiamo rischiato di affondare, qualcuna è cresciuta durante il torneo, qualcuna dopo una partenza difficile si è ricordata in finale, cosa può fare, ma ognuna di loro ha dato qualcosa di importante.

Ognuno nello staff ha dato il suo importante contributo, qualcuno addirittura dando fondo alle proprie energie, facendo la spola tra Genova e Chianciano.

Abbiamo fatto una stagione incredibile: 
-Campionesse U16 da imbattute in Liguria con 4/4 vinte negli scontri diretti con l’altra finalista;
-EGBL, da protagonisti con una tappa vinta in Polonia,;
U18 ricca di soddisfazioni, con terzo posto e qualificazione solo sfiorata al girone interregionale; 
-Interzona U16, non banale con Costa (toh chi si rivede) e Novi Campus, e poi la ciliegina sulla torta di questo BRONZO.
Io devo dire personalmente grazie a queste ragazze che dimostrano ogni volta di avere dentro qualcosa di speciale e forse sono più avanti di tutti noi, che a volte le crediamo smarrite, impaurite e invece stanno solo aspettando il momento giusto per dimostrare chi sono”. 

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *